Il dono della pace. Riflessioni personali

Il dono della pace. Riflessioni personali

di Joseph Bernardin

«Posso dire in tutta sincerità che sono in pace.

Lo considero un dono speciale che Dio mi fa in questo momento della mia vita». Con queste parole il 30 agosto 1996 Joseph Bernardin comunicava che il cancro, di cui era stato operato quindici mesi prima, si era esteso dal pancreas al fegato. L'Arcivescovo di Chicago è scomparso il 14 novembre 1996 e la sua morte ha commosso il mondo. Nei suoi due ultimi mesi di vita si era posto come missione l'impegno di esprimere le sue più profonde riflessioni e introspezioni in questo libro, rivelatosi un best-seller di intensa spiritualità. Il periodo di riferimento è rappresentato da tre anni di calvario per Bernardin - dalla falsa accusa di abuso sessuale, fino alla diagnosi di cancro - che hanno preceduto la sua morte. La ricostruzione dei fatti, con la trasmissione dei sentimenti che li accompagnano, è espressa in maniera così aperta e sincera da determinare nel lettore profonda emozione. Alla fine della sua vita, il Cardinale era in pace: una pace accolta come dono di Dio e una pace che, in questo libro, egli condivide con il mondo. Il dono della pace, attraverso il quale il suo ministero continua a vivere oggi, è parte dell'eredità di questo grande cristiano e grande uomo di Chiesa che, morendo, ha insegnato a vivere.