Argentina 1980. Un tango mai ballato

Argentina 1980. Un tango mai ballato

di Giorgio Sirigu

Aprile 1980. Un giovane ingegnere arriva in Argentina, seconda esperienza di lavoro all' estero. Ad attenderlo una grigia giornata di pioggia ed un aeroporto presidiato da giovanissimi militari, emblemi di una dittatura, resasi tristemente famosa per lo stillicidio di desaparecidos. In una sorta di diario, che rimanda con dei flash-back alla sua presenza lavorativa in Somalia, prima dell'approdo in Sudamerica, racconta, sullo sfondo della vita di un grande cantiere, uno scorcio della propria esperienza professionale ed umana, nel solco di una storia che lo vedrà, suo malgrado, protagonista. Il panorama è popolato da personaggi che la mano della Provvidenza muove al suo fianco e da alcuni quesiti socio-esistenziali che interrogano anche il lettore.