E non vissero felici e contenti

E non vissero felici e contenti

di Federica Cabras

Edmund Bellavista e Sandra Alti sono sposati da circa quindici anni, ormai. Costretti in un matrimonio ormai esaurito, vivono le loro vite all'insegna della monotonia; è dalla morte della loro bambina, infatti, che un muro li divide facendoli sembrare due estranei. Tuttavia, nonostante la scarsa considerazione che nutrono l'uno verso l'altra, hanno trovato un compromesso: nessuno, mai, tradirà l'altro. Il matrimonio è sacro per entrambi. Ma un giorno la bella e sicura di sé Sandi incontra un collega e il mondo le gira attorno veloce, privo di regole. Si invaghisce, si dimentica dei suoi buoni propositi e intreccia con l'attempato ma fascinoso Vittorio una relazione. Ma la verità non è quella che sembra. Sandi è una donna dal cuore di ghiaccio e, nonostante si accorga che l'uomo si sta innamorando di lei, se ne infischia... D'altronde ha due cose che bramava avere da tempo: la sicurezza di un marito e l'emozione di una relazione peccaminosa. Inoltre la nuova esperienza ha risvegliato in lei la voglia di scrivere - quella voglia che, sempre sopita dentro di lei, non si era mai concretizzata in un'occasione valida. Ma l'amore si mescolerà presto alla morte, in un binomio fatale.